Il cervello e il modo di nutrirlo

IL cervello ben nutrito si difende dal declino cognitivo

IL cervello e il declino cognitivo è al centro delle nuove linee guida dell’ L’OMS .

Si sottolinea, ancora una volta, l’importanza di una vita quotidiana non sedentaria, del controllo del fumo e dell’alcol ma , soprattutto, l’importanza dei rapporti sociali e del mantenimento di stimoli cognitivi.

Il tessuto cerebrale è più soggetto allo stress ossidativo e la demenza diventa una patologia sempre più diffusa; una corretta dieta sembra essere il rimedio tra i più importanti per tenerla sotto controllo.

La dieta mediterranea viene additata dall’OMS come la dieta migliore per mantenere in salute il nostro cervello.

Che cosa è meglio mangiare per il nostro cervello?

  • Verdure, legumi, frutta e cereali sempre integrali.
  • Pesce come SALMONE, SGOMBRO, SARDE e ACCIUGHE.
  • Noci
  • Olio Extra vergine di oliva, erbe aromatiche, aglio, cipolla e peperoncino

Ovviamente non dimentichiamo che il cervello è un muscolo e come tale va tenuto in allenamento.

Esattamente come un atleta fa in palestra, non dimentichiamoci di allenare anche la nostra testa.

Non diamo nulla per scontato e manteniamo vivo l’interesse e la curiosità.

Leggiamo e studiamo, cerchiamo di apprendere una cosa nuova tutti i giorni.

Non è mai troppo tardi per apprendere qualche cosa di nuovo e migliorarci; certamente nessuno potrà pretendere di mantenere gli stessi livelli di apprendimento della gioventù.

Il cervello è un muscolo elastico e come tale si abitua; si potrebbe scoprire di non essere più in grado di memorizzare le cose come una volta, ma magari si è più abili e veloci a fare collegamenti e a sfruttare le cose che già si sanno.

#salute #benessere #saluteebenessere #nutrizione #cervello

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *